di Elena Viotto

UDINE – Si allarga il campo di indagine per fare luce sulle cause della morte di Aurora Vulcano, la bimba di 7 anni annegata nel primo pomeriggio di domenica nella piscina del club “W la” a San Mauro di Premariacco

Anche l’azienda sanitaria è finita sotto la lente dei controlli effettuati dai carabinieri della compagnia di Cividale, coordinati dal sostituto procuratore Viviana Del Tedesco, titolare dell’inchiesta per omicidio colposo aperta in Procura contro ignoti. La magistratura sta verificando se siano stati effettuati regolarmente i controlli dovuti sull’impianto natatorio.

Grande attenzione viene riservata allo studio della normativa che dovrebbe dipanare i dubbi sulla necessità o meno della presenza di un bagnino in loco anche per la presenza di un circolo privato come quello teatro della tragedia. Controlli verranno fatti anche sul rispetto della capienza della piscina, una vasca di 14 metri per 7, profonda, al massimo, 1 metro e 40 centimetri, accessibile ai soli soci in possesso di regolare tessera. Proprio come quella che avevano Aurora e il papà Valentino che l’accompagnava.

Gli accertamenti già effettuati sugli scontrini emessi domenica pomeriggio hanno contato 120 fruitori dell’impianto. Tutte persone che gli investigatori stanno ora cercando, in particolare il primo soccorritore della bambina, per ascoltarli nelle prossime giornate.

Le persone finora sentite, infatti, pare non siano riuscite a raccontare con chiarezza quei tragici momenti. A dare qualche indicazione più precisa sulle cause della morte della bambina, intanto, saranno i primi esiti dell’autopsia sul corpo della piccola che verrà effettuata questa mattina dal medico-legale Lorenzo Desinan. In particolare si cercherà di capire se la bambina sia rimasta vittima di una congestione dopo il pranzo, consumato circa un’ora e mezza prima di entrare in acqua, se sia affogata, se sia una somma di queste concause o se sia stata trascinata a centro vasca, magari colpita da qualcuno che si è tuffato in acqua.

Mercoledì 13 Luglio 2011 – 14:49 Ultimo aggiornamento: Giovedì 14 Luglio – 19:41

© RIPRODUZIONE RISERVATA